Notizie per passione

Giornalisti o edicolanti?

Calcio: Dilettanti in fibrillazione sulle scelte della Finanziaria

Carlo Tavecchio, presidente della Lega Nazionale Dilettanti e vicepresidente della Federcalcio, lancia un allarme sul futuro del dilettantismo sportivo, non solo nel calcio: “Purtroppo, stiamo assistendo da parte del Governo a iniziative penalizzanti verso il mondo dilettantistico: l’ultima prova è la Finanziaria 2008 che sta per essere discussa alla Camera, nella quale sono state escluse dal riparto del 5 per mille dell’IRPEF le associazioni sportive dilettantistiche riconosciute dal CONI, senza parlare della riforma della legge 91 e della ripartizione dei diritti televisivi, sulle quali attendiamo i prossimi sviluppi per capire in quale direzione si vorrà andare.”
Un allarme grave, sul quale Tavechio si dice anche pronto ad una protesta clamorosa: “Queste sono questioni sulle quali, se non verremo ascoltati, siamo pronti a fermare tutti i nostri campionati.”
La questione dell’accesso al 5 per mille dell’Irpef a favore, anche, delle associazioni sportive dilettantistiche è ormai da due anni al centro del dibattito politico sportivo: la norma, introdotta con la Finanziaria 2006 poi confermata da quella del 2007, è stata infatti resa praticamente inutile dall’interpretazione dell’ Agenzia delle Entrate, che di fatto ha bloccato la maggior parte delle richieste presentate. Proprio per questo, è stato inserito nel decreto legge collegato alla Finanziaria che è stato votato oggi alla Camera un emendamento che prevede, per il 2007, l’ammissione al riparto del 5 per mille dell’IRPEF anche a favore delle “associazioni sportive diletantistiche in possesso del riconoscimento ai fini sportivi rilasciato dal CONI a norma di legge”. Questo passaggio salvaguarda l’agevolazione per il periodo di imposta 2007, ma l’art. 84 comma 3 della Finanziaria 2008 ripristina il testo dell’anno precedente, senza la specifica sul riconoscimento delle associazioni sportive dilettantistiche da parte del Coni.
“L’emendamento presentato dal Governo all’art. 84 della Finanziaria continua Tavecchio – costituisce una autentica presa in giro per il mondo dilettantistico. Si tratta chiaramente di una scelta non condivisa, che ci vede scomparire dai beneficiari del 5 per mille. Nonostante le assicurazioni ricevute da più parti, questa politica fiscale taglia fuori un settore che rappresenta oltre quindici milioni di cittadini praticanti e contribuenti in tutta Italia, che negli anni passati avevano accolto con logico apprezzamento questo strumento sussidiario alla propria attività. La direzione assunta dalla Legge Finanziaria sta provocando forti tensioni all’interno del mondo dilettantistico e presenta segnali che non lasciano ben sperare per la continuazione di un dialogo sereno e costruttivo con il mondo politico”.
Con la speranza che la discussione alla Camera possa portare ad una presa di coscienza a favore dello sport dilettantistico, restano sul tappeto anche altre due questioni, la riforma della legge 91 e la ripartizione dei proventi da diritti televisivi. Sul primo fronte, la Commissione istituita dal Ministero per le Politiche Giovanili e le Attività sportive sta verificando lo stato di applicazione della disciplina del professionismo sportivo. La Commissione ha evidenziato la necessità di una riflessione sulla presunzione di subordinazione del rapporto degli atleti professionisti visto che tale presunzione risulta, secondo la Commissione, difficilmente compatibile con l’esclusione del lavoro sportivo dalla sfera di applicazione di molte norme inderogabili del lavoro subordinato. Le proposte della Commissione hanno fatto emergere così la nuova figura del lavoratore sportivo, qualificata secondo la particolare tipologia della prestazione lavorativa, appunto sportiva, e la rilevanza economica della stessa individuata attraverso la fissazione di una soglia di reddito (si sta pensando di abbassare a 7500 euro annui la soglia del professionismo sportivo). Tavecchio però non accetta questo tipo di concezione: “La Legge attribuisce al lavoro sportivo del calciatore professionista la natura di lavoro subordinato. In questi ultimi tempi, si stanno accreditando nel nostro settore alcune figure, come quelle dei calciatori partecipanti al Campionato di Serie D, che aspirano ad un completo riconoscimento normativo. Ho sollevato la questione durante il Convegno organizzato a Riccione dalla L.N.D. e ribadisco che l’attività sportiva della Serie D deve essere esercitata dai calciatori con la qualifica e lo status giuridico di ‘non professionisti’, con tutto ciò che ne consegue in fatto di esclusione di ogni forma di lavoro autonomo o subordinato”.
Sull’altro fronte, quello della ripartizione dei proventi dei diritti televisivi, si dovrà secondo Tavecchio “prima o poi stabilire l’aliquota da distribuire ai vivai e ai dilettanti”. La Legge aprovata infatti disciplina i criteri di applicazione di una quota di mutualità generale del sistema per sviluppare i settori giovanili, valorizzare e incentivare le categorie dilettantistiche e sostenere gli investimenti ai fini della sicurezza, anche infrastrutturale, degli impianti sportivi: “A suo tempo – prosegue Tavecchio – abbiamo accolto questa disposizione con estrema soddisfazione. Ancora oggi, però, attendiamo di conoscere modi e tempi di attuazione della Legge per acquisire la dovuta chiarezza sulla distribuzione delle risorse. Non vorrei che, come al solito, tutto si risolvesse a favore dell’impiantistica maggiore, cancellando ogni possibilità di intervento o di sviluppo per le strutture destinate all’attività dilettantistica e giovanile”.
“Le istituzioni politiche devono capire che lo sport dilettantistico, e in particolare il calcio, rappresenta le fondamenta di tutto lo sport italiano: eppure, invece di erogare contributi per lo sviluppo dei vivai e del settore dilettantistico, si emanano norme penalizzanti per il settore, a cominciare dalla Finanziaria.”

20 novembre 2007 Posted by | News, Sport | 1 commento

Manaudou, record europeo 200sl

E’ da primato europeo il rientro di Laure Manaudou: 1’53”48 nei 200 sl di Coppa del Mondo. L’olimpionica dei 400 e iridata-primatista dei 200 sl, vince il duello contro Federica Pellegrini con un crono fenomenale mentre l’azzurra apparsa stanca nella seconda parte di gara, cede anche il secondo posto alla svedese Lillhage (1’54″22) e chiude comunque sul podio da terza in 1’55″29.
Primato italiano degli 800 per Alessia Filippi. Nella sesta tappa della Cdm in vasca corta la romana ha nuotato in 8’16”35. Il precedente, 8’21”40, era di Simona Ricciardi. Dietro la Filippi si sono piazzate al cinese Nan Ha Si e la tedesca Joana Ehmcke.

18 novembre 2007 Posted by | News, Sport | Lascia un commento

Il poker sportivo sbarca a Patti

Il poker texano sbarca a Patti. E’ stata inaugurata, nel centro nebroideo, la prima sala ufficiale di questo nuovo sport divenuto famoso grazie alle reti televisive nazionali. Il Texas Hold’Em, variante del poker che va per la maggiore e riconosciuto anche dalla Federazione Sportiva Gioco Poker, è, quindi, giunto nel centro nebroideo grazie all’associazione “Nuova Patti” ed al sul presidente Antonio Parlavecchio e punta ad avvicinare i pattesi al nuovo sport in lizza anche per entrare alle Olimpiadi.
“Il poker diventa sportivo. La struttura del gioco è simile a di uno sport. Ogni partecipante paga una quota di iscrizione e riceve lo stesso numero di fiches degli altri. Perse queste sarà eliminato e non potrà rientrare. Nessun rischio economico quindi ma solo il brivido del gioco e tanto divertimento. Si è quindi consapevoli di quanto si può perdere, ma con la speranza di vincere dei premi anche di valore quali tv, macchine o altri oggetti tecnologici. Non si vincono mai soldi”.
Il Texas Hold’Em non ha niente a che vedere con il gioco d’azzardo, che è illegale, e per questo possiede regole ferree stabilite dalle federazioni sportive. L’accesso al tavolo da gioco è riservato ai maggiori di 18 anni. Quando il giocatore perde le fiches a disposizione non può acquistarne altre e viene eliminato dal torneo.
Facili ed intuitive le regole. Due carte per ogni giocatore e cinque carte comuni sul tavolo. Il punteggio più alto, secondo la gerarchia di punti del poker, vince il piatto.
“L’idea di portare a Patti il poker texano – ha spiegato Antonio Parlavecchio – è nata sulla scia del successo ottenuto da questa disciplina sulle tv nazionali e satellitari. Ci sono tanti appassionati di poker che così avranno la possibilità di giocare, divertirsi e fare nuove conoscenze in maniera legale e senza rischi”.
Quello che è considerato, giustamente, un gioco d’azzardo è, però, talmente popolare da aver spinto alla creazione di federazioni apposite per la sua promozione che gli hanno conferito una nuova veste. Tolte le scommesse in denaro, è stato reso un gioco di abilità pura, dove l’azzardo serve solo a lasciare inalterate le motivazioni basilari del gioco e senza quindi modificare le regole ed i principi.

17 novembre 2007 Posted by | News, Sport | Lascia un commento

Schumi risale sulla Ferrari fa il miglior tempo

Michael Schumacher torna in pista e ottiene il miglior tempo nella prima giornata di test a Barcellona. L’ex pilota tedesco della Ferrari, nell’occasione collaudatore al volante di una F2007, sul tracciato di Montmelò si è lasciato alle spalle Luca Badoer, test driver del Cavallino, e lo spagnolo Pedro de la Rosa, collaudatore della McLaren-Mercedes.
A 387 giorni dall’ultima gara disputata, il 38enne di Kerpen è tornato al volante di una Formula 1 in un impegno ufficiale.Non un’esibizione, ma un test per valutare la F2007 senza i dispositivi elettronici che nel 2008 non saranno più ammessi. Il prossimo anno si correrà senza il traction control e nessuno, meglio del sette volte campione del mondo, potrebbe fornire indicazioni utili ai piloti di ultima generazione. A Montmelò non si sono presentati i big del circus.
Non c’era Kimi Raikkonen, fresco campione del mondo, e non c’era Lewis Hamilton, baby prodigio della McLaren-Mercedes. Non c’era nemmeno lo spagnolo Fernando Alonso, ancora in cerca di una sistemazione dopo il divorzio dalle Frecce d’argento. Schumi ha messo insieme 64 giri, il migliore in 1’21”922. Badoer ha fermato il cronometro su 1’22”129, mentre de la Rosa non è sceso sotto la soglia di 1’22”687.

13 novembre 2007 Posted by | News, Sport | Lascia un commento

Niente Ferrari, Brawn alla Honda

La scuderia Honda ha annunciato l’ingaggio dell’ex direttore tecnico della Ferrari Ross Brawn. L’accordo con il team nipponico era nell’aria, nonostante molti sperassero ancora in un ritorno dell’inglese nella scuderia di Maranello.
Brawn si è detto molto soddisfatto dell’ingaggio e si è mostrato subito ambizioso: “Sono molto felice di essermi unito all’Honda Racing Team. La possibilità di aiutare questa squadra rappresenta una nuova fantastica sfida per me in questo sport. In questi anni il team ha svolto un ottimo lavoro e non vedo l’ora di tornare a lavoro per aiutare la Honda a diventare vincente”.

12 novembre 2007 Posted by | Ferrari, News, Sport | Lascia un commento

Formula Uno, Domenicali nuovo capo scuderia Ferrari

La Ferrari sostituirà da gennaio Jean Todt come capo scuderia Formula Uno con Stefano Domenicali. Lo annunciato oggi la stessa Ferrari.
Domenicali dirigerà Gestione Sportiva, dipartimento corse di Ferrari, dopo esser stato direttore sportivo.
Todt, che è stato capo scuderia ad interim, sembra destinato a tornare al suo ruolo di amministratore delegato della società nel suo complesso, compreso il ramo commerciale.
La mossa fa seguito alla notizia che l’ex direttore tecnico Ferrari Ross Brawn sta passando ad Honda come capo scuderia.
Brawn, stratega che ha contribuito a far vincere a Michael Schumacher sette titoli mondiali con Benetton e Ferrari, era in anno sabbatico dalla scuderia italiana da quando Schumacher si è ritirato a fine 2006.
Todt, 61 anni, aveva detto in agosto di non volersi ritirare, quand’era girata voce di un possibile ritorno di Brawn a Ferrari come capo e di un’uscita di scena di Todt.
Ferrari ha completato la riorganizzazione della scuderia con l’incarico di direttore delle operazioni a Mario Almondo, di direttore tecnico ad Aldo Costa e la conferma del francese Gilles Simon come direttore motori.

12 novembre 2007 Posted by | Ferrari, News, Sport | Lascia un commento

Tony Cairoli sulla Yamaha di Valentino Rossi

Il pattese Tony Cairoli, due volte campione del Mondo MX2, e la moto più sognata: la Yamaha YZR-M1 di Valentino Rossi. Insieme, per la prima volta, sul tracciato di Valencia. E’ successo durante i test post campionato che le formazioni MotoGP hanno allestito sul tracciato spagnolo di Valencia.
Tony, il portacolori del Team Yamaha De Carli, ha avuto il privilegio di essere ospite del FIAT Yamaha Team ed è sceso in pista sulla fantastica Yamaha M1 di Valentino Rossi assente perché tornato in Italia per curarsi la mano destra fratturata nell’incidente in qualifica di sabato.
Un’esperienza unica, dieci giri sulla pista di Valencia, dove domenica si è concluso il motomondiale. Tony ha indossato la tuta e si è divertito moltissimo. “Devo un grazie grande immenso alla Fiat Yamaha Team. Mi hanno fatto uscire in due sessioni diverse ed è stata una cosa fantastica perché nel primo run ho fatto un po’ di pratica e nel secondo ho cominciato a divertirmi. E’ stata un’esperienza stupenda e vorrei ripeterla presto, magari con più giri a disposizione. Non credo però che la pista sarà il mio futuro. Ho ancora troppo da fare nel Motocross: voglio rinvincere la MX2 e poi andare all’assalto della MX1”.

12 novembre 2007 Posted by | Curiosità, News, Sport | Lascia un commento

Patti ha festeggiato Tony Cairoli

Oltre tremila tifosi, assiepati su una collinetta, hanno festeggiato il campione del mondo di MX2 Tony Cairoli nel corso del Gran Galà di motocross organizzato dalla Soleventi e dal Winner Motor Team. Il giovane pilota pattese, che a distanza di due anni ha rivinto il titolo mondiale, si è esibito, entusiasmando, nella nuova pista “222 Motocross Park” (222 è il numero di gara della moto di Cairoli) realizzata a Patti, in contrada Maddalena, in un’area a ridosso del torrente Timeto, dove, fino a poco tempo fa, c’era una discarica abusiva a cielo aperto. E’ stato questo il regalo che il campione ha voluto fare alla sua città nel giorno in cui Patti ha celebrato le sue imprese. La pista è stata realizzata grazie all’impegno del Winner Motor Team.
Spero – ha detto Tony Cairoli – che questa possa essere la prima di una serie di strutture che vengano costruite in Sicilia per consentire ai tanti appassionati di migliorarsi”. Il campione del mondo utilizzerà la pista, realizzata a poche centinaia di metri dalla casa dove vive la sua famiglia, per gli allenamenti, ma indosserà anche i panni dell’allenatore. “Oltre a svolgere le mie sessioni di allenamento – ha detto – allenerò i piccoli iscritti al nostro club. Voglio fare qualcosa di concreto per questo sport e soprattutto per la mia terra, a cui sono molto legato. Sono orgoglioso di essere siciliano e mi auguro di veder crescere in questa pista, che anch’io ho contribuito a far nascere, un altro campione del mondo”.

27 ottobre 2007 Posted by | Eventi, News, Sicilia, Spettacoli, Sport | 1 commento

Gran Galà di Motocross per Tony Cairoli

Si svolgerà venerdì 26 ottobre a Patti il Gran Galà di motociclismo “per Tony Cairoli”. L’appuntamento è organizzato dal Comune di Patti, in collaborazione con la Soleventi ed il Winner Motor Team.
La festa in onore del campione del mondo di MX2 prevede, alle ore 18,30, l’inaugurazione della nuova pista di motocross “222 motocross Park” in contrada Maddalena. Dopo il taglio del nastro Tony Cairoli si esibirà in sella alla moto che lo ha portato in cima al tetto del mondo. La festa continuerà dalle ore 21 al Palazzetto dello sport di Case Nuove Russo dove, con lo speaker ufficiale di Sport Italia, Fabio Momina, sarà ripercorsa la trionfale stagione del campione pattese attraverso le immagini ed il racconto dei protagonisti. Saranno presenti a Patti per festeggiare Cairoli, i piloti David Philippaerts (MX1), Alessio Chiodi (MX1), Davide Guarneri (MX2), Matteo Bonini (MX2) e Cristian Beggi (MX3).
Nel corso della serata saranno distribuiti gadgets ed al termine si danzerà al ritmo della musica dance mixata dal dj Gianluca Mannino.
La manifestazione – ha spiegato Beppe Forzano della Winner Motor Team – ha come fine, oltre all’inaugurazione della pista di cross e mini cross per bambini dai 3 anni in su, quello di promuovere la disciplina del motocross, educando i giovani ad un rigore psico-fisico, affinché crei un volano per una partecipazione sempre più ampia verso questo sport e diversificando quindi l’offerta di attività sportive nel nostro territorio. Il nostro obiettivo primario – ha concluso Forzano – è quello di guidare attraverso questa disciplina i giovani verso una educazione dei sentimenti, che li aiuti nel gestire in modo equilibrato le loro emozioni”.

21 ottobre 2007 Posted by | Eventi, Italia, News, Sicilia, Spettacoli, Sport | 2 commenti

Mountain bike: Molica campione italiano debuttanti

Il pattese Molica è Campione d’Italia di Mountain bike, specialità “Granfondo”. Il prestigioso risultato è stato conquistato ieri dopo l’ultima prova del tricolore che si è svolta a Fondi (Latina) e che corona una stagione d’oro l’atleta di Patti.
Giuseppe Molica, 16 anni, categoria Debuttanti, ha disputato una stagione strepitosa, inanellando una lunga serie di affermazioni, vincendo il titolo regionale 2007 a Lentini e imponendosi anche nel campionato Interregionale sud dopo una lunga e difficile stagione. Adesso, a coronamento di un’annata brillante e costellata solo di successi, Molica si fregia anche del titolo italiano, dimostrando classe, forza e sbaragliando il lotto di agguerriti avversari, che gli hanno dato filo da torcere, senza però mai metterlo seriamente in difficoltà.

24 settembre 2007 Posted by | Italia, News, Sicilia, Sport | Lascia un commento