Notizie per passione

Giornalisti o edicolanti?

Il Setterosa batte la Cina ma non evita i quarti

Un vittoria che lascia l’amaro in bocca quella del Setterosa di pallanuoto. La Cina è piegata 10-9, ma i quarti di finale non sono evitati e domenica (09:40 ora italiana), contro l’Olanda, ci si giocherà l’ingresso tra le prime quattro. Il gusto amaro lo dà la differenza reti: ne sarebbe bastata un’altra per arrivare davanti agli Usa e costingere le americane ad una gara in più.
Le azzurre hanno giocato al di sotto delle lero potenzialità con troppi errori e l’incapacità di assestare il colpo del ko.
In evidenza tra le azzurre la Casanova (4 reti) e la Di Mario (3).
Si qualifica anche la Cina, seppur sconfitta, che nei quarti se la vedrà con l’Australia. Già in semifinale Ungheria e Usa, prime nei due gironi eliminatori.

Annunci

15 agosto 2008 Posted by | Sport | Lascia un commento

Europei nuoto: Pellegrini d’oro con record

Federica Pellegrini ha vinto la medaglia d’oro nei 400 stile libero ai Campionati Europei di Eindhoven. La campionessa azzurra si rifa` alla grande dopo la squalifica che gli e` stata inflitta per una partenza irregolare nelle batterie dei 200 sl, vincendo la gara delle otto vasche da vera dominatrice facendo segnare il nuovo record del mondo con 4’01″53. Sempre in testa sin dall`inizio, la Pellegrini ha condotto una gara spettacolare, cercando fino al termine il tempo che gli e` valso non solo la medaglia d`oro ma anche il record del mondo (4`01“53), strappato a Laure Manauodou (4`02“13, stabilito a Budapest). Seconda la francese Coralie Balmy (4’04″15), terza la romena Camelia Potec (4’05″62).

24 marzo 2008 Posted by | Sport | 2 commenti

Milan: Ronaldo beccato con la maglia del Flamengo

Il Milan è partito per Dubai, ma la trasferta non è iniziata nel migliore dei modi. L’aereo della Fly Emirates, in ritardo sulla tabella di marcia, è decollato dalla Malpensa con un’ora di ritardo sull’orario previsto (alle 13). Sul volo mancano i giocatori brasiliani (Dida, Serginho, Cafu, Kakà, Digao, Emerson e Ronaldo) che raggiungeranno i compagni di squadra stasera direttamente dal Brasile insieme ai loro colleghi nerazzurri (Julio Sergio e Maicon). Non ci sono nemmeno Inzaghi (arriverà a Dubai direttamente dalle Maldive) e Galliani (anche lui arriverà dal Brasile). Per aggregarsi ai propri compagni sono tornati invece da Miami Maldini e Nesta. Non ci sarà invece Pato, rimasto in patria per completare le operazioni burocratiche per il suo definitivo tesseramento in rossonero. A Dubai, il Milan farà due allenamenti quotidiani e giocherà una sola amichevole contro una rappresentativa nazionale degli Emirati Arabi l’8 gennaio e poi farà ritorno in Italia il giorno successivo.
Dal Brasile, intanto, arriva la notizia che Ronaldo avrebbe trascorso il Capodanno con la maglia del Flamengo. Secondo il quotidiano brasiliano O Globo, Fenomeno avrebbe scelto di indossare la maglia della squadra che lo vorrebbe a gennaio per la quale tifa da bambino, nella festa a cui ha partecipato a Angra dos Reis, località della costa carioca.

2 gennaio 2008 Posted by | News, Sport | Lascia un commento

Rally: Francia, Loeb campione dell’anno

Sono Sebastien Loeb e Daniel Elena gli sportivi francesi del 2007 per il quotidiano sportivo transalpino L’Equipe. Loeb, in coppia con il copilota monegasco Elena, ha conquistato il quarto titolo consecutivo nel Mondiale Rally al volante della Citroen C4. Il fuoriclasse alsaziano, che succede alla nuotatrice Laure Manaudou nell’albo d’oro, si è imposto con 672 punti davanti a Tony Parker, stella dei San Antonio Spurs (580). La Manaudou si è piazzata terza con 509 punti davanti al judoka Teddy Riner (408) ed al calciatore Thierry Henry (Arsenal), quinto con 233 punti. L’ultimo calciatore ha vincere il premio de L’Equipe fu l’ex juventino Zinedine Zidane nel 1998, l’anno in cui il fuoriclasse marsigliese decise con una doppietta la finale dei Mondiali vinta con il Brasile a Parigi.

2 gennaio 2008 Posted by | Classifiche, News, Sport | Lascia un commento

Calcio, Flamengo: “Autorizzati dal Milan a trattare con Ronaldo”

Il Milan sta seriamente pensando di cedere Ronaldo al Flamengo. Un dirigente del club carioca, il vicepresidente Kleber Leite, ha rivelato infatti che “il Flamengo ha ricevuto l’autorizzazione dal Milan di trattare con Ronaldo. Abbiamo già avuto dei contatti con il giocatore, e siamo certi che qui potra’ rilanciarsi. Non abbiamo ancora parlato di soldi, e di quanto dovremmo dare al suo attuale club (il contratto di Ronie con il Milan scade a fine giugno del 2008, ndr), ma intanto abbiamo avuto un proficuo scambio d’idee, perchè abbiamo percepito che Ronaldo ha un desiderio enorme di cambiare il corso della sua vita, e l’interesse è reciproco”.
Il Flamengo, come il San Paolo che ha appena preso Adriano in prestito dall’Inter, giocherà nei primi sei mesi del nuovo anno la Coppa Libertadores, con propositi di vittoria e per questo Ronaldo, nonostante i suoi problemi fisici (ma, secondo il medico della Seleçao Josè Luiz Runco tra un mese sarà “assolutamente in grado di giocare, e anzi ne ha bisogno”), viene visto come il rinforzo ideale.

26 dicembre 2007 Posted by | News, Sport | Lascia un commento

Boxe, pugile sudcoreano in coma dopo incontro

Il 33enne pugile sudcoreano Choi Yo-Sam è in coma dopo aver vinto l’incontro che l’opponeva all’indonesiano Heri Amol per il titolo intercontinentale Wbo dei pesi mosca. Choi ha perso conoscenza subito dopo la fine del match, che ha vinto ai punti nonostante sia stato messo al tappeto da un destro alla mascella che l’avversario gli ha sferrato nel corso dell’ultima ripresa. Il coreano, seppur barcollando, era però riuscito a rialzarsi ed a concludere l’incontro. Poi lo svenimento. Choi è stato immediatamente soccorso e portato via in barella, mentre il medico presente a bordo ring gli praticava la respirazione bocca a bocca. Ricoverato in ospedale, il pugile è stato poi operato al cervello per rimuovere un ematoma.

26 dicembre 2007 Posted by | Cronaca, News, Sport | Lascia un commento

Basket Nba: Portland vince l’undicesima consecutiva

Continua la marcia inarrestabile di Portland. In una delle tre gare NBA giocate il giorno di Natale, i Portland Trailblazers hanno portato ad undici gare la loro serie positiva, sconfiggendo 89-79 i Seattle Supersonics. Così anche Seattle si deve inchinare al Rose Garden, dove il quintetto di McMillan ha perso solo tre volte in stagione. Una gara quasi sempre condotta da Portland, che tocca un massimo vantaggio di 16 punti nel terzo quarto. I 17 punti ciascuno di Roy e Jack valgono più dei 23 punti di Durant e dei 19 di Sczerbiak. La differenza l’ha fatta il collettivo, punto di forza dei Blazers e punto debole dei Sonics che inanellano la sconfitta numero 20 di una stagione sempre più ombre che luci.
Nelle altre due gare grazie ai 38 punti di Kobe Bryant i Los Angeles Lakers si sono imposti sui Phoenix Suns, 122-115, mentre con 25 punti di LeBron James, i Cleveland Cavaliers hanno avuto la meglio sui Miami Heat, 96-82.

26 dicembre 2007 Posted by | Basket, Sport | 1 commento

Bryant batte Jordan e Chamberlain

Un altro record per Kobe Bryant. La stella dei Los Angeles Lakers è diventato il cestista più giovane a raggiungere quota 20mila punti nella Nba. Il 29enne di Philadelphia ha tagliato lo storico traguardo nella vittoria della sua franchigia contro i New York Knicks. Bryant ha superato in questa classifica due mostri sacri del basket, Wilt Chamberlain e Michael Jordan, che arrivarono alla quota con qualche giorno di ritardo.
E’ entrato in un cirolo d’elite e l’ha fatto con un anticipo straordinario sui tempi, una rapidità che lo ha issato in vetta a una classifica che sui parquet d’Oltreoceano ha più senso di tante altre. Kobe Bryant da Philadelphia, eroe del basket contemporaneo e anima piuttosto egocentrica dei Lakers di Phil Jackson ha fatto 20mila. Tanti sono i punti realizzati dall’ex enfant prodige della Nba, totalizzati in 811 presenze tra i pro statunitensi e all’etaà di 29 anni e 122 giorni. I 39 messi a referto contro New Yorck, al Madison Square Garden, sono gli ultimi della serie, conditi da 11 rimbalzi e 8 assist. la prestazione maiuscola di Bryant ha portato il gialloviola alla vittoria, con il punteggio di 95 a 90, ma soprattutto ha scritto il nome del numero 24 sul grande libro della storia del basket in maniera indelebile.
Prima di lui, infatti, nessuno aveva staccato il biglietto così giovane. Neppure i due fenomeni riconosciuti di questo sport, Wilt Chamberlain e Michael Jordan. Il primo arrivò al traguardo dopo 29 anni e 134 giorni, anche se gli bastarono 499 partite per mettere insieme la ragguardevole cifra. La stella indiscussa dell’epopea dei Chicago Bulls, invece, aveva 29 anni e 326 giorni nel momento in cui infilò il canestro della leggenda. In fatto di anelli, però, il giocatore di Los Angeles resta distante da ‘Air’, avendo vinto tre volte il titolo a fronte dei sei successi centrati da Jordan.

24 dicembre 2007 Posted by | Basket, News, Sport | Lascia un commento

Italia Dilettanti U18 chiude il 2007 con un pari

Per l’ultimo appuntamento del 2007, gli azzurrini, davanti al Capo delegazione Nicola Saccinto e del Segretario generale della LND Massimo Ciaccolini, sfoderano una prestazione in chiaro-scuro contro la Berretti della Ternana a conclusione di uno stage iniziato lunedì scorso presso il Centro Tecnico federale di Coverciano. In questa occasione, il Commissario Tecnico Roberto Polverelli e il Coordinatore Tecnico delle Rappresentative della Lega Nazionale Dilettanti Giancarlo Magrini hanno puntato su un gruppo formato da 22 elementi per la metà esordienti in maglia azzurra, continuando il lavoro di amalgama e di visionatura dei migliori prospetti dilettanti tra Serie D e campionati regionali.
Nei primi minuti di gioco, seppur intensi e vivaci, Italia e Ternana non riescono a pungere. Poi sale in cattedra il numero sette umbro Cerica, che per l’occasione ruba il palcoscenico al compagno di reparto, il promettente Cori (già nel giro della prima squadra, N.d.R.), e gli umbri si rendono più volte pericolosi: al 12’ riceve palla al limite dell’area italiana, con un gioco di gambe si libera di due avversari per calciare di poco a lato; sei minuti dopo va addirittura in gol direttamente su cross dalla destra complice un’uscita a vuoto del portiere azzurro Mandini, il quale non s’intende con Anelli. L’Italia Under 18 si riscatta al 22’ con Balducci che calcia dagli undici metri con potenza e precisione, imbeccato da un assist di Cattaneo dalla sinistra. A questo punto gli azzurri si sciolgono e sfiorano il raddoppio sempre con la punta del Santarcangelo, bravo nell’avanzare centralmente e nel calciare in porta dove però trova Incontri pronto alla deviazione in angolo con la punta delle dita. Prima del riposo ancora Cerica scatta sul filo del fuorigioco e costringe Mozzoni ad intervenire fallosamente a pochi metri dall’area di rigore. La punizione susseguente è calciata sopra la traversa da Cipiccia. La ripresa si apre con il solito attaccante rossoverde che, largo sulla destra, sfiora il palo con un diagonale che mette fuori causa Carpi. Al 3’ però gli azzurri capitolano nuovamente con un colpo di testa di D’Onofrio che da solo insacca sul secondo palo un traversone dalla sinistra. Nell’occasione non è ineccepibile l’estremo difensore azzurro che sbaglia i tempi dell’uscita. Al 35’ però per gli azzurri mette a posto le cose Minelli che finalizza, con un tiro perfetto sotto la traversa, la migliore azione manovrata del team di Polverelli, il quale si è detto dispiaciuto “perchè i ragazzi non si sono espressi sui livelli che tutti si attendevano, nonostante la grande voglia di fare”.

NAZ. DILETTANTI U18 2
TERNANA BERRETTI 2
Naz. Dil. (4-4-2)-1° tempo: Mandini (Orvietana-TR); Conchione (Itala San Marco-GO), Anelli (Montichiari-BS), Schiattelli (G.C. di Castello-PG), Mozzoni (Centobuchi-AP); Lunardi (Casier Dosson-TV), Ruggeri (Ponte San Pietro-BG), Cattaneo (Borgomanero-NO); Balducci (Santarcangelo-RN), Cristiani (Armando Picchi-LI). 2° tempo: Carpi (Alense Vivaldi-TN), Bragato (Liventina-TV), Riva (Alzano Cene-BG), Muccini (Valleverde Riccione-RN), Moring (Rosarno-RC), Busato (Albese-CN), Domini (Cesenatico-FC), Di Marco (Arco-TN), Piraccini (Prosider Low-RA), Minelli (Castel Rigone-PG), Sottovia (Vigontina-PD). CT: Polverelli.
Ternana (4-4-2)-1° tempo: Incontri; Pacifici, Tini Brunozzi, Loperfido, Fattorini; Lunghi, Mastroianni, Minocchi, Cipiccia; Cerica, Cori. 2° tempo: Zea Gerik, Pacifici, Quondam, Renzi, Grandoni, Berretta, D’Onofrio, Olivieri, Pettinari, Cosimi, Cerica. All: Cavalli.
Arbitro: Irrati di Pistoia.
Assistenti: Sani di Empoli e Pedrini di Prato.
Marcatori: 18’ pt Cerica (T), 22’ pt Balducci (I), 3’ st D’Onofrio (T), 35’ st Minelli (I).
Note: Ammoniti: Mozzoni e Domini (I). Calci d’angolo: 5-1.

19 dicembre 2007 Posted by | News, Sport | Lascia un commento

Cairoli vince il supercross di Genova

Adrenalina a mille per i quindicimila spettatori che hanno incitato a gran voce e con qualsiasi mezzo che potesse generare rumore i piloti schierati sulla griglia dello start. Nel Supercross di Genova è stata proposta per la prima volta la linea della partenza che si sdoppia in un toboga insidioso e che proietta i piloti verso la prima curva. Ma c’è la tigre Tony Cairoli nell’arena, il quale con uno scatto felino esce dal cancello meccanico come proiettato da una “catapulta” e si presenta al comando affrontando il primo dei quindici passaggi previsti per l’assegnazione della corona di “re” di Genova 2007.
La partenza non ha agevolato due dei principali contendenti alla vittoria: Billy Laninovich, transitato decimo al primo passaggio e Jake Weimer, quinto al termine del primo giro, ma con un netto ritardo dalla testa della corsa. Ma il «main event» di sabato notte l’ha guidato con autorità Tony Cairoli, inanellando una serie di passaggi che hanno segnato riscontri cronometrici di alto livello, nonché quello che risulterà poi il giro veloce in gara (41″150) ottenuto al terzo passaggio. Un giro che gli ha permesso di mettere tra sè e i suoi inseguitori un margine di vantaggio di circa tre secondi a metà gara.
Cairoli, saldamente al comando, ha quindi iniziato a deliziare il pubblico con “wipe” in classico stile USA ma di scuola italica, prima di apporre la propria firma, per la prima volta nella sua carriera dopo 4 partecipazioni, sul Supercross di Genova con il più classico dei “nac nac” per la gioia dei 15.000 spettatori in delirio.
Il francese Izoird è secondo e scala la classifica generale fino alla piazza d’onore. A completare il podio Jake Weimer, visibilmente amareggiato per non aver avuto la possibilità di contrastare adeguatamente il “Messina Express”.
«È un’emozione molto forte – ha esordito Cairoli –. Vincere a Genova per me ha un significato particolare. Da piccolo seguivo questa gara con grande attesa, era l’evento dell’anno e ricordo che una volta riuscii a giungere nella città ligure per vederla dal vivo. Credo fosse il 1995 e vinse McGrath. Che spettacolo!».
– Sabato, però, eri tu il protagonista.
«Sì, indubbiamente ho fatto una bella gara e lo spettacolo credo non sia mancato. Ci tengo, però, a ringraziare il fantastico pubblico che mi ha caricato al massimo. Tanti striscioni e tanto tifo tutto per me! Ci tenevo molto a vincere, e la mia determinazione credo si sia notata all’abbassarsi del cancelletto».
– Sul finire della gara non sembravi al “massimo”.
«Se fosse stato necessario nella finale avrei potuto tirar fuori anche il 110%. C’erano ottimi avversari e questa è una vittoria bella e importante».
Il prossimo appuntamento con la serie targata UEM è a Monaco di Baviera (Germania) il 14 e il 15 dicembre per l’ultimo dei sei appuntamenti di questo entusiasmante challenge.

Articolo tratto da Gazzetta del Sud

28 novembre 2007 Posted by | News, Sport | Lascia un commento