Notizie per passione

Giornalisti o edicolanti?

Calcio: Dilettanti in fibrillazione sulle scelte della Finanziaria

Carlo Tavecchio, presidente della Lega Nazionale Dilettanti e vicepresidente della Federcalcio, lancia un allarme sul futuro del dilettantismo sportivo, non solo nel calcio: “Purtroppo, stiamo assistendo da parte del Governo a iniziative penalizzanti verso il mondo dilettantistico: l’ultima prova è la Finanziaria 2008 che sta per essere discussa alla Camera, nella quale sono state escluse dal riparto del 5 per mille dell’IRPEF le associazioni sportive dilettantistiche riconosciute dal CONI, senza parlare della riforma della legge 91 e della ripartizione dei diritti televisivi, sulle quali attendiamo i prossimi sviluppi per capire in quale direzione si vorrà andare.”
Un allarme grave, sul quale Tavechio si dice anche pronto ad una protesta clamorosa: “Queste sono questioni sulle quali, se non verremo ascoltati, siamo pronti a fermare tutti i nostri campionati.”
La questione dell’accesso al 5 per mille dell’Irpef a favore, anche, delle associazioni sportive dilettantistiche è ormai da due anni al centro del dibattito politico sportivo: la norma, introdotta con la Finanziaria 2006 poi confermata da quella del 2007, è stata infatti resa praticamente inutile dall’interpretazione dell’ Agenzia delle Entrate, che di fatto ha bloccato la maggior parte delle richieste presentate. Proprio per questo, è stato inserito nel decreto legge collegato alla Finanziaria che è stato votato oggi alla Camera un emendamento che prevede, per il 2007, l’ammissione al riparto del 5 per mille dell’IRPEF anche a favore delle “associazioni sportive diletantistiche in possesso del riconoscimento ai fini sportivi rilasciato dal CONI a norma di legge”. Questo passaggio salvaguarda l’agevolazione per il periodo di imposta 2007, ma l’art. 84 comma 3 della Finanziaria 2008 ripristina il testo dell’anno precedente, senza la specifica sul riconoscimento delle associazioni sportive dilettantistiche da parte del Coni.
“L’emendamento presentato dal Governo all’art. 84 della Finanziaria continua Tavecchio – costituisce una autentica presa in giro per il mondo dilettantistico. Si tratta chiaramente di una scelta non condivisa, che ci vede scomparire dai beneficiari del 5 per mille. Nonostante le assicurazioni ricevute da più parti, questa politica fiscale taglia fuori un settore che rappresenta oltre quindici milioni di cittadini praticanti e contribuenti in tutta Italia, che negli anni passati avevano accolto con logico apprezzamento questo strumento sussidiario alla propria attività. La direzione assunta dalla Legge Finanziaria sta provocando forti tensioni all’interno del mondo dilettantistico e presenta segnali che non lasciano ben sperare per la continuazione di un dialogo sereno e costruttivo con il mondo politico”.
Con la speranza che la discussione alla Camera possa portare ad una presa di coscienza a favore dello sport dilettantistico, restano sul tappeto anche altre due questioni, la riforma della legge 91 e la ripartizione dei proventi da diritti televisivi. Sul primo fronte, la Commissione istituita dal Ministero per le Politiche Giovanili e le Attività sportive sta verificando lo stato di applicazione della disciplina del professionismo sportivo. La Commissione ha evidenziato la necessità di una riflessione sulla presunzione di subordinazione del rapporto degli atleti professionisti visto che tale presunzione risulta, secondo la Commissione, difficilmente compatibile con l’esclusione del lavoro sportivo dalla sfera di applicazione di molte norme inderogabili del lavoro subordinato. Le proposte della Commissione hanno fatto emergere così la nuova figura del lavoratore sportivo, qualificata secondo la particolare tipologia della prestazione lavorativa, appunto sportiva, e la rilevanza economica della stessa individuata attraverso la fissazione di una soglia di reddito (si sta pensando di abbassare a 7500 euro annui la soglia del professionismo sportivo). Tavecchio però non accetta questo tipo di concezione: “La Legge attribuisce al lavoro sportivo del calciatore professionista la natura di lavoro subordinato. In questi ultimi tempi, si stanno accreditando nel nostro settore alcune figure, come quelle dei calciatori partecipanti al Campionato di Serie D, che aspirano ad un completo riconoscimento normativo. Ho sollevato la questione durante il Convegno organizzato a Riccione dalla L.N.D. e ribadisco che l’attività sportiva della Serie D deve essere esercitata dai calciatori con la qualifica e lo status giuridico di ‘non professionisti’, con tutto ciò che ne consegue in fatto di esclusione di ogni forma di lavoro autonomo o subordinato”.
Sull’altro fronte, quello della ripartizione dei proventi dei diritti televisivi, si dovrà secondo Tavecchio “prima o poi stabilire l’aliquota da distribuire ai vivai e ai dilettanti”. La Legge aprovata infatti disciplina i criteri di applicazione di una quota di mutualità generale del sistema per sviluppare i settori giovanili, valorizzare e incentivare le categorie dilettantistiche e sostenere gli investimenti ai fini della sicurezza, anche infrastrutturale, degli impianti sportivi: “A suo tempo – prosegue Tavecchio – abbiamo accolto questa disposizione con estrema soddisfazione. Ancora oggi, però, attendiamo di conoscere modi e tempi di attuazione della Legge per acquisire la dovuta chiarezza sulla distribuzione delle risorse. Non vorrei che, come al solito, tutto si risolvesse a favore dell’impiantistica maggiore, cancellando ogni possibilità di intervento o di sviluppo per le strutture destinate all’attività dilettantistica e giovanile”.
“Le istituzioni politiche devono capire che lo sport dilettantistico, e in particolare il calcio, rappresenta le fondamenta di tutto lo sport italiano: eppure, invece di erogare contributi per lo sviluppo dei vivai e del settore dilettantistico, si emanano norme penalizzanti per il settore, a cominciare dalla Finanziaria.”

Annunci

20 novembre 2007 Posted by | News, Sport | 1 commento

Celentano, sale l’attesa per il suo nuovo show

Sale l’attesa per il nuovo show di Adriano Celentano che andrà in onda lunedì 26 novembre su Rai Uno. Unica puntata, una serata di monologhi e musica con un copione da riscrivere in diretta. Il ritorno del Molleggiato non passerà inosservato, anche per la schiera di ospiti che parteciperanno alla trasmissione.
Indiscrezioni danno, al fianco di Celentano, Laura Chiatti e Fabio Fazio. Durante lo spettacolo, che durerà 75 minuti, avrà una sola interruzione pubblicitaria e si intitolerà «La situazione di mia sorella non è buona», Celentano canterà (soprattutto i brani del nuovo album Dormi amore, la situazione non è buona) e ospiterà altri artisti. Tra questi è quasi certa la presenza di Neffa, Tricarico, Ludovico Einaudi, Carmen Consoli, del jazzista Stefano Di Battista e del duo Mogol-Gianni Bella che firma gli ultimi album di Celentano.

20 novembre 2007 Posted by | News, Spettacoli, Televisione | Lascia un commento

“L’insano progetto” di Dade approda nei Club

Dopo aver lanciato il video di “Tocai” con Samuel dei Subsonica alla voce, quello di “Live fast die young”, scossa surf–elettrica scelta dalla Swatch per la sua nuova campagna pubblicitaria mondiale e, per ultimo, quello di “Picciotti della Benavita” con Caparezza, il disco “Il tappeto dava un tono all’ambiente” di antianti, side project di Dade dei Linea 77, diviene un live show, che vedrà la partecipazione di Diegone dei Medusa e di Tozzo, batterista dei Linea 77.
L’AntiLive di antianti partirà il prossimo 23 novembre dal Classico Village di Roma, per poi approdare il giorno dopo al New Age di Roncade e il 30 dello stesso mese all’Estragon di Bologna. Altre due date già confermate per dicembre: il 14 al Circolo Magnolia di Milano e il giorno successivo all’Hiroshima di Torino.
“Il tappeto dava un tono all’ambiente”,, ora disponibile nei negozi a prezzo scontato, è un disco di collaborazioni vere e spontanee come non si è mai visto in Italia, sulla scia di progetti del calibro del celebrato U.N.K.L.E. di James Lavelle, nato dalla reciproca stima maturata tra i più interessanti artisti del panorama underground (Miss Violetta Beauregarde, Gionata dei Super Elastic Bubble Plastic, Corveleno), e alcuni nomi già noti al grande pubblico (Samuel dei Subsonica, Caparezza e Fabri Fibra).
La sua riproposizione live si preannuncia una sfida affascinante che promette parecchie sorprese.
Partners del tour di antianti saranno Ubisoft, uno dei maggiori produttori di videogiochi al mondo, che ha di recente lanciato Jam Sessions (www.jamsessionsgame.com), un incredibile titolo musicale in esclusiva per Nintendo DS nel quale i giocatori potranno divertirsi a suonare una chitarra sfruttando il Touch Screen e usando lo stylus come un vero plettro, e Obey, il celebre marchio di abbigliamento americano.

TOUR DATES:
23 NOVEMBRE ROMA @ Classico Village
24 NOVEMBRE TREVISO @ New Age Club
30 NOVEMBRE BOLOGNA @ Estragon
14 DICEMBRE MILANO @ Circolo Magnolia
15 DICEMBRE TORINO @ Hiroshima Mon Amour

20 novembre 2007 Posted by | Concerti, Musica, News | Lascia un commento

John De Leo vince il Premio “Musica & Dischi”

“Vago Svanendo”, il primo album da solista di John De Leo, il poliedrico musicista-cantante-autore romagnolo (nel 2004 ha concluso l’avventura discografica con i Quintorigo), ha vinto il Premio della Critica “Musica & Dischi” come miglior opera prima nella categoria pop/rock italiani.
Il Premio annuale di “Musica e Dischi” da sempre coinvolge un copioso numero di critici delle principali testate giornalistiche italiane per premiare le migliori produzioni discografiche (italiane e straniere) dell’anno nei diversi generi musicali.
“Vago Svanendo” si compone di 11 brani in cui si fondono in perfetta armonia elementi jazz come in “Big Stuff” (eseguita con 25 elementi dell’Orchestra Fondazione Arturo Toscanini di Parma), musica creata interamente con strumenti giocattolo come in “Bambino Marrone” (primo singolo in radio dal 5 ottobre) e sperimentazioni sonore come nel brano “Tilt”, dove il ritmo è ottenuto percuotendo il clarinetto basso di Achille Succi, sfruttando il rumore che si ottiene aprendo e chiudendo le chiavi dello strumento a fiato. Per manipolare le voci di “Freak Ship”, inoltre, De Leo ha usato un ventilatore per avere un effetto Lesile anni ’60 e un Karaoke giocattolo come distorsore.
Questa la tracklist dell’album “Intro: 4 piano notes”, “Freak Ship”, “Vago Svanendo”, “L’uomo che continua”, “Canzo”, “Tilt (C’è Mattia?)”, “Spiega la vela”, “Big Stuff”, “Bambino Marrone”, “Le chien et le flacon”, “Sinner”.
“Vago Svanendo” contiene anche un dvd con un monologo di Alessandro Bergonzoni che ha ispirato proprio il brano senza testo “Canzo” in una animazione di Massimo Ottoni: un vero e proprio cortometraggio con la partecipazione di Stefano Benni e una galleria fotografica con le immagini scattate da Michela Pautasso, Paolo Smaniotto ed Elisa Caldana.
Il cortometraggio “Narragonien” per la regia di Maurizio Finotto e con la voce narrante di Stefano Benni è un viaggio visionario ispirato ai temi del disco “Vago Svanendo”.
John De Leo presenterà “Vago Svanendo” nelle principali sedi Feltrinelli d’Italia: 21 novembre a Bologna, 27 novembre a Roma, 28 novembre a Napoli, 30 novembre a Milano, 5 dicembre a Firenze e 6 dicembre a Bari.

20 novembre 2007 Posted by | Musica, News | Lascia un commento

Premio Music Club a Marco Notari

Il 25 novembre, al Meeting Etichette Indipendenti di Faenza, il cantautore Marco Notari ritirerà il premio Music Club per il miglior tour esordiente. Un tour che ha superato le 100 date, e che ha portato Marco Notari e la sua band a partecipare ai più prestigiosi festival e club. In questo lunghissimo tour sono state presentate le canzoni del suo primo album “Oltre lo specchio”, disco rock rivelazione del 2006, entrato direttamente in classifica nelle prime settimane d’uscita, e che ha ricevuto ottime recensioni da tutta la stampa specializzata. Da segnalare inoltre il Premio Italiano per la musica indipendente come rivelazione dell’anno.
Singoli e video programmati nei principali network uniti alla vittoria della classifica Indie Music Like hanno confermato l’interesse di molti verso le canzoni del musicista astigiano.

20 novembre 2007 Posted by | Musica, News | Lascia un commento