Notizie per passione

Giornalisti o edicolanti?

Quale sarà la scaletta di Ellesette?

A poche ore dall’inizio del primo concerto del tour evento “Ellesette” di Luciano Ligabue ancora la scaletta è top secret. Il rocker emiliano non ha voluto dare nessuna anticipazione. Visto che molti visitatori sono giunti sul nostro sito cercando curiosità sull’evento e soprattutto notizie sui brani che saranno cantati, noi vogliamo provare ad azzardare una possibile scaletta. Si tratta solo di una nostra ipotesi, prendendo spunto anche dal gioco lanciato dal sito ligachannel.

Questa è la nostra, voi diteci cosa ne pensate, o proponete i brani che vi piacerebbe ascoltare:
Niente Paura
Ho messo via
Salviamoci la pelle
Sogni di r’n’r
Non è tempo per noi
Viva!
Hai un momento, Dio?
Bar Mario
Sarà un bel souvenir
Gli ostacoli del cuore
Ho perso le parole
Quella che non sei
Lambrusco & Pop Corn
Buonanotte all’Italia
L’amore conta
Bambolina e barracuda
Libera nos a malo
Vivo morto o X
Balliamo sul Mondo
A che ora è la fine del mondo?
Certe Notti
Urlando contro il Cielo
Leggero

Annunci

17 novembre 2007 Posted by | Concerti, Eventi, Ligabue, Musica | 4 commenti

Ligabue, al via Ellesette

Il countdown si è concluso. Da stasera i fans di Luciano Ligabue potranno godersi le tappe dell’attesissimo tour Ellesette che prenderà il via dal Palalottomatica di Roma. Nella capitale il rocker emiliano si esibirà anche Roma, il 18, 20, 21, 23, 24 e 26 novembre, per poi spostarsi al DatchForum di Milano il 12, 14, 15, 17, 18, 21 e 20 dicembre.
Ancora top secret la scaletta del concerto, ma dalle prime voci sembra che non mancheranno successi come “Balliamo sul mondo”, “Lambrusco & pop corn”, “Libera nos a malo”, “Urlando contro il cielo”, “Tra palco e realtà”, “Viva!”, “Quella che non sei”, “Piccola stella senza cielo”, “Leggero”, “Ho messo via” ed i due inediti della raccolta antologica, “Niente paura” e “Buonanotte all’Italia”.

17 novembre 2007 Posted by | Concerti, Eventi, Ligabue, Musica | 4 commenti

Il poker sportivo sbarca a Patti

Il poker texano sbarca a Patti. E’ stata inaugurata, nel centro nebroideo, la prima sala ufficiale di questo nuovo sport divenuto famoso grazie alle reti televisive nazionali. Il Texas Hold’Em, variante del poker che va per la maggiore e riconosciuto anche dalla Federazione Sportiva Gioco Poker, è, quindi, giunto nel centro nebroideo grazie all’associazione “Nuova Patti” ed al sul presidente Antonio Parlavecchio e punta ad avvicinare i pattesi al nuovo sport in lizza anche per entrare alle Olimpiadi.
“Il poker diventa sportivo. La struttura del gioco è simile a di uno sport. Ogni partecipante paga una quota di iscrizione e riceve lo stesso numero di fiches degli altri. Perse queste sarà eliminato e non potrà rientrare. Nessun rischio economico quindi ma solo il brivido del gioco e tanto divertimento. Si è quindi consapevoli di quanto si può perdere, ma con la speranza di vincere dei premi anche di valore quali tv, macchine o altri oggetti tecnologici. Non si vincono mai soldi”.
Il Texas Hold’Em non ha niente a che vedere con il gioco d’azzardo, che è illegale, e per questo possiede regole ferree stabilite dalle federazioni sportive. L’accesso al tavolo da gioco è riservato ai maggiori di 18 anni. Quando il giocatore perde le fiches a disposizione non può acquistarne altre e viene eliminato dal torneo.
Facili ed intuitive le regole. Due carte per ogni giocatore e cinque carte comuni sul tavolo. Il punteggio più alto, secondo la gerarchia di punti del poker, vince il piatto.
“L’idea di portare a Patti il poker texano – ha spiegato Antonio Parlavecchio – è nata sulla scia del successo ottenuto da questa disciplina sulle tv nazionali e satellitari. Ci sono tanti appassionati di poker che così avranno la possibilità di giocare, divertirsi e fare nuove conoscenze in maniera legale e senza rischi”.
Quello che è considerato, giustamente, un gioco d’azzardo è, però, talmente popolare da aver spinto alla creazione di federazioni apposite per la sua promozione che gli hanno conferito una nuova veste. Tolte le scommesse in denaro, è stato reso un gioco di abilità pura, dove l’azzardo serve solo a lasciare inalterate le motivazioni basilari del gioco e senza quindi modificare le regole ed i principi.

17 novembre 2007 Posted by | News, Sport | Lascia un commento