Notizie per passione

Giornalisti o edicolanti?

Album d’esordio per Paolo Simoni

Venerdì 9 novembre Paolo Simoni si esibirà al Premio Tenco come giovane proposta scelta dal Club Tenco. Il 22enne cantautore di Comacchio (FE) canterà “Danza” e “Ballata dei giornali femminili” di Luigi Tenco partecipando alla serata in cui saliranno sul palco del Teatro Ariston di Sanremo Ardecore, Edoardo Bennato, Sergio Cammariere, Carmen Consoli, Ginevra Di Marco, Ricky Gianco, Mauro Ermanno Giovanardi, Max Manfredi, Morgan e Skiantos.
Nello stesso giorno esce il suo album d’esordio “Mala Tempora”, che Paolo Simoni così descrive: “Sono undici brani che tentano di delineare un percorso ancora in esplorazione, Mala tempora (dal latino “brutti tempi”) è il titolo di un brano che dà il nome al disco ed è il punto di partenza. La poetica esistenzialista si mescola all’ironia e all’autoanalisi, un modo per non prendersi o perdersi mai definitivamente”.

Questa la track list dell’album: 1) Pianeta Wonder…; 2) L’elefante e il topo; 3) Vade retro!; 4) L’Essenziale; 5) Scatta la fotografia; 6) Figli del caos; 7) Mala Tempora; 8.) Naufrago; 9) Pensi sia jazz?; 10) L’insonne; 11) S’Agapò; 12) Pianeta Wonderful.

Annunci

5 novembre 2007 Posted by | Musica, News | Lascia un commento

Iron man il film

Ormai la strada delle mega-produzioni hollywoodiane sembra indissolubilmente legata alla figura del supereroe proveniente dai fumetti, soprattutto quelli della Marvel. In attesa delle nuove, imminenti avventure di Batman, Hulk e Wolverine, il nuovo personaggio che sta per affacciarsi al cinema è uno dei supereroi più affascinanti e carismatici della “famiglia” creata dal grande Sta Lee, è cioè Iron-Man. La storia è quella del magnate Tony Stark che, deciso a combattere il crimine con i suoi potenti mezzi economici, costruisce un’armatura d’acciaio iper-tecnologica che lo trasforma nel celebre “uomo di ferro”.
Il cast messo insieme per realizzare il film, che uscirà nelle sale americane il 2 maggio del 2008, è decisamente originale, in quanto nessuno dei suoi componenti è una star di primissima grandezza tanto da garantire con la propria presenza incassi da record al botteghino: per la regia è stato assunto Jon Favreau, attore nella serie televisiva “Friends”.
Il ruolo di Stark è stato affidato all’eclettico Robert Downey Jr., nei panni della sua fedele segretaria Virginia Potts ci sarà Gwyneth Paltrow, mentre la parte del nemico giurato di Iron Man, Iron Monger, sarà di Jeff Bridges.
Secondo indiscrezioni il film, attualmente in fase di post-produzione, è costato 186 milioni di dollari. la spesa maggiore si è registrata nella realizzazione di set ed effetti speciali.

5 novembre 2007 Posted by | Cinema, News | Lascia un commento

Vita da Britney, 244 mila euro al mese

Se siete curiosi di sapere quanto costi vivere come una star (anzi, come una popstar, sebbene sembri precocemente avviata sul viale del tramonto), eccovi accontentati: 353,217 dollari (243.816 euro) al mese. Questo, infatti, il conto spese presentato ieri al tribunale di Los Angeles da Britney Spears, nell’ambito della battaglia legale che la vede opposta all’ex marito Kevin Federline per la custodia dei loro due figli, Sean Preston, 2 anni, e Jayden, 1, momentaneamente affidati al padre dopo i noti problemi con la legge di Britney, beccata a guidare senza patente.

NOTA SPESE – Il documento, che elenca nel dettaglio entrate e uscite mensili di casa Spears e ha avuto ampio risalto anche sul Times, mette nero su bianco l’elevato tenore di vita dell’ex lolita del pop: l’esborso maggiore è per le feste (genericamente indicate come «entertainment, gifts and vacations» – ovvero, divertimento, regali e vacanze) che le costano 102.000 dollari (70.407 euro) ogni 30 giorni, mentre le spese mediche (comprensive dell’assicurazione sulla salute) raggiungono gli 86.397 dollari (quasi 60.000 euro) mensili, ovvero 1.036.764 dollari (oltre 715.000 euro) all’anno. E a giudicare dalle condizioni fisiche della cantante, ospite quasi regolare delle più famose rehab degli Stati Uniti per curare i suoi eccessi di alcool e droga, quel milione di dollari sembra davvero denaro buttato. Come pure i 16.000 dollari (11.000 euro) che se ne vanno in vestiti, pensando a come si concia (vedere per credere l’orripilante completino leopardato rosa, aperto sul davanti, sfoggiato alla festa di Halloween di Heidi Klum).

CASE E PASTI – A far lievitare i conti, anche le spese vive di manutenzione delle sue case, che ammontano a circa 61.270 dollari (poco meno di 42.300 euro) mensili e comprendono 49.266 dollari (34.000 euro) per i mutui, 2.507 dollari (1.730 euro) di spese telefoniche e 9.497 dollari (circa 6.500 euro) per le bollette (anche le popstar pagano luce, acqua e gas). Oltre a questo, vanno aggiunti i 4.758 dollari (quasi 3.300 euro) per i pasti fuori casa e i 35.000 dollari (poco più di 24.100 euro) che passa a Federline per il suo mantenimento e quello dei bambini. In realtà, dopo il 15 novembre la cifra scenderà a 15.000 dollari (più o meno 10.350 euro) e sarà destinata per intero ai figli, mentre all’ex marito Britney non darà più un centesimo.

LE ENTRATE – Se ancora non vi è venuto mal di testa con tutti questi numeri, la voce «ricavi» potrebbe darvi il colpo di grazia: spulciando la documentazione presentata, è, infatti, emerso che la quasi 26enne cantante, tornata questa settimana nei negozi con l’album «Blackout» (titolo profetico, visti i 4 anni di assenza dalle scene), spende in realtà solo la metà di quanto incassa. Ovvero, 732.868 dollari (505.879 euro), che moltiplicati per 12 mesi fanno 8.794.416 dollari (poco più di 6 milioni di euro) e che vanno ad aggiungersi ai 33 milioni di dollari (circa 23 milioni di euro) che sono depositati su sei conti correnti. Non solo. Britney possiede anche una foresta in Louisiana che vale 6 milioni di dollari (4,1 milioni di euro), oltre a numerose altre proprietà.

SCARSA IN BENEFICENZA – «Braccino corto», invece, per quanto riguarda la beneficenza, con appena lo 0,0682% dei suoi guadagni – ovvero 500 dollari, 345 euro al mese – destinati alle opere di carità. Davanti al giudice Scott Gordon sono, però, finiti anche i conti di Kevin Federline, che hanno mostrato come l’ex ballerino abbia intascato in un anno appena l’1% di quanto la ex moglie metta da parte in 30 giorni, visto che dei 500.000 dollari (345.000 euro) lordi percepiti nel 2006, gliene sarebbero rimasti appena 7.436 (5.100 euro) netti. Controllando le sue spese mensili, 7.500 dollari (5.177 euro) se ne vanno per il noleggio dell’auto, 6.000 (4.100 euro) per la sicurezza e 2.000 (1.380 euro) per i vestiti, mentre i divertimenti gli costano 5.000 dollari (3.451 euro), i ristoranti 1.500 dollari (1.035 euro), la bolletta del telefono 750 dollari (517 euro) e le spese per il cibo altri 720 dollari (496 euro). Dall’esame degli incartamenti è poi emerso che la Spears avrebbe perso la custodia dei due figli principalmente perché ha osato sfidare il tribunale, guidando con i bambini in auto prima di aver riottenuto la patente.

Articolo di Simona Marchetti tratto da Corriere.it

5 novembre 2007 Posted by | Britney Spears, Curiosità, Musica, News | Lascia un commento

Venditti, il video di “Dalla pelle al cuore”

Da oggi è in rotazione sui canali musicali il video di “Dalla Pelle al cuore”, il singolo (in radio dal 12 ottobre) di Antonello Venditti che dà il titolo al nuovo album in uscita il 16 novembre (per SonyBmg).
Il video, prodotto da RUN Multimedia e realizzato da Gaetano Morbioli, è stato girato tra Milano e Roma e vede come protagonisti Francesco Venditti, figlio di Antonello e Giulia Elettra Gorietti, inteprete dei film “Tre metri sopra al cielo” e “Ho voglia di te”.
Le immagini, ripercorrendo le parole della canzone, mostrano il tormento interiore di un uomo, Francesco, che vive due storie d’amore contemporaneamente. Il suo viaggio in macchina da Milano a Roma, da una donna all’altra, porta il protagonista ad una scelta.
Il disco “Dalla pelle al cuore” (nove canzoni inedite, scritte dal cantautore romano) vanta ospiti d’eccezione quali Gato Barbieri al sax e Carlo Verdone alla batteria.
Dall’8 marzo 2008, Antonello Venditti sarà in tour (organizzato da Friends & Partners) con le canzoni del suo nuovo album (in scaletta anche i suoi più famosi successi).

Queste le date del tour: 8 marzo – Padova (Pala Net), 13 marzo – Conversano, BA (Pala San Giacomo), 15 marzo – Palermo (Palasport), 20 marzo – Bologna (Paladozza), 27 marzo – Milano (DatchForum), 29 marzo – Torino (Mazda Palace), 4 e 5 aprile – Roma (Palalottomatica), 10 aprile – Mantova (Pala Bam), 12 aprile – Firenze (Nelson Mandela Forum), 17 aprile – Genova (Vaillant Palace) e il 19 aprile – Pescara (Pala Giovanni Paolo II).

5 novembre 2007 Posted by | Musica, News | 2 commenti

Mummia Tutankhamon salva per sempre

Un volto raggrinzito e annerito con quello che sembra un sorriso appena accennato. Questo l’autentico volto di Tutankhamon, dodicesimo faraone della XVII dinastia svelato nelle operazioni di trasferimento della mummia dal sacello originale a una stanza climaticamente controllata dove sarà preservata “per sempre”, secondo il direttore delle antichita’ egizie ZahiHawass.
L’operazione per conservare la preziosissima mummia si è resa necessaria a causa delle centinaia di turisti che ogni giorni visitavano la tomba del faraone a Luxor nella Valle dei Re sulla riva occidentale del Nilo. Queste visite, come capita spesso per altre fragili opere d’arte, avevano alterato in modo preoccupante la situazione ambientale. La principale minaccia veniva dal semplice respiro dei visitatori che facevano innalzare pericolosamente il tasso di umidità dove funghi e batteri rischiavano di ridurre in polvere la mummia.
I resti di Tutankhamon sono stati ricostituiti e messi insieme riassemblando i 18 pezzi in cui era stata tagliata nel 1922 dopo essere stata scoperta intatta dall’archeologo Howard Carter e da Lord Carnarvon. I due senza alcuno scurpolo la smenbrarono per riuscire a impossessarsi dei gioielli che la ornavano. Il faraone regnò 3300 anni fa solo per 10 anni e mori all’età di 19 anni.

5 novembre 2007 Posted by | Cronaca, Curiosità, Informazione, News | Lascia un commento

Gb, al bando Miss maglietta bagnata

Doccia gelata per gli amanti dei concorsi Miss maglietta baganta. Le autorità sanitarie inglesi hanno deciso di mettere al bando la radicata tradizione nei pub di gettare secchi di acqua gelata sulle ragazze. Lo rende noto il “News of the World”. La campagna anti-Miss non ha riscosso grande successo tra i frequentatori dei locali, che tra una birra e un’altra, amavano bagnare le ragazze.
In realtà, più che per la salute della donne, esposte a malattie e influenze di ogni tipo, alla base del provvedimento c’è la volontà di tutelare gli avventori dei pub, che potrebbero scivolare e chiedere i danni ai proprietari dei locali.
Il piano anti-Miss maglietta bagnata non sembra riscuetere grande successo. Alla delusione dei fan si accompagnano le critiche delle società che gesticono i pub inglesi, preoccupate di perdere clienti.

5 novembre 2007 Posted by | Cronaca, Curiosità, News | Lascia un commento

Usa, morto pilota dell’Enola Gay

E’ morto all’età di 92 anni a Columbus (Ohio) Paul Tibbets, l’uomo che il 6 agosto del 1945 sganciò la bomba atomica sulla città giapponese di Hiroshima. Lo ha reso noto un portavoce della famiglia. Tibbets, il pilota del B-29 “Enola Gay” all’epoca colonnello dell’Air Force, ha lasciato detto di non celebrare un funerale per lui e di non porre una lapide sulla sua tomba, per il timore che divenga un luogo per manifestazioni di protesta.
Tibbets ribattezzò con il nome della madre il bombardiere B-29 Superfortress che colpì la città giapponese con il primo ordigno nucleare mai usato nella storia. Il pilota guidò nel 1945 un equipaggio di 14 persone, che sganciò un ordigno da 5 tonnellate, battezzato “Little Boy”. L’esplosione uccise tra le 70 e le 100.000 persone, mentre altre decine di migliaia rimasero segnate per sempre dalle radiazioni. Tre giorni dopo, gli Usa fecero il bis a Nagasaki, spingendo il Giappone alla resa e chiudendo così la Seconda Guerra Mondiale. “Non sono orgoglioso di aver ucciso 80.000 persone – ha detto Tibbets anni fa, in un’intervista – ma sono orgoglioso di essere partito dal niente, aver pianificato l’intera operazione ed essere riuscito ad eseguire il lavoro perfettamente. La notte dormo bene”. Tibbets aveva lasciato l’Air Force nel 1966 con il grado di generale ed aveva messo in piedi una società di taxi-jet in Ohio.

5 novembre 2007 Posted by | Cronaca, Curiosità, Informazione | Lascia un commento

Messico, maxi-sequestro di cocaina

Oltre 23 tonnellate di cocaina sono state sequestrate dalla polizia messicana nel porto di Manzanillo. La droga recuperata era a bordo di un cargo in arrivo dalla Colombia, l’Esmeralda, che batteva bandiera di Hong Kong. Lo stupefacente sul mercato nero statunitense avrebbe fruttato più di 400 milioni di dollari. E’ il più rilevante sequestro di cocaina – fanno sapere gli investigatori – di tutti i tempi.
Il presidente Calderon e l’ambasciatore Usa in Messico si sono felicitati per il successo. Prima di questo sequestro il carico più ingente mai trovato al mondo era stato localizzato nel mese di marzo nelle acque statunitensi, quando gli agenti antidroga della Dea avevano intercettato 19,4 tonnellate di cocaina a bordo di un cargo che batteva bandiera panamense.
La droga sequestrata sul mercato nero statunitense avrebbe fruttato più di 400 milioni di dollari, quasi la stessa cifra che nel 2008 gli Stati Uniti potrebbero dare in aiuti al Messico per combattere il narco-traffico.
Il governo statunitense chiederà, infatti, il permesso al governo messicano per inviare nel Paese centroamericano un miliardo di dollari nei prossimi due anni, nell’ambito di un programma (il cosiddetto Plan Merida), simile a quello già in atto con la Colombia.

5 novembre 2007 Posted by | Cronaca, News | Lascia un commento

Manhattan, meta di aspiranti suicidi

Almeno una persona su dieci va a Manhattan per togliersi la vita. Lo rivela un nuovo studio pubblicato sul Daily News. Il quartiere newyorchese, secondo il dossier, sembrerebbe ispirare chi vuole togliersi la vita complice la presenza di alcuni monumenti adatti per l’estremo gesto. Spicca l’Empire State Building e il ponte di George Washington, la cui pista pedonale ha una ringhiera alta poco più di un metro.
Tra i monumenti, che rientrano nei top ten della “Grande Mela”, c’è anche Times Square. “C’è gente che viene in città appositamente per questo”, ha spiegato David Vlahov, l’autore dello studio. Tra 1990 e 2004 sarebbero 274 le persone non residenti a New York che si sono tolte la vita a Manhattan. Più della metà ha scelto di lanciarsi da ponti o grattacieli.

5 novembre 2007 Posted by | Cronaca, Curiosità, News | Lascia un commento

Australia, arrestato coccodrillo

Ha trascorso una notte in cella perché troppo aggressivo. Non si tratta di un giovane fermato dopo una notte di bagordi ma di un coccodrillo, letteralmente arrestato dalla polizia perché pericoloso. E’ accaduto in una cittadina australiana dove il coccodrillo, che aveva cercato di aggredire alcuni pescatori, ha passato la notte in una cella per poi essere trasferito in un allevamento assieme ad altri suoi simili.
La radio locale aveva avvertito i residenti di stare in guardia dopo che il coccodrillo di 2,4 metri aveva tentato di aggredire dei pescatori che stavano tirando a terra la loro barca al rientro da una partita di pesca. Agenti di polizia affiancata da ranger del servizio parchi nazionali hanno trovato il coccodrillo in acqua bassa a circa 30 metri dalla rampa delle barche. Hanno pero’ rinviato i tentativi di catturarlo fino al calare della notte, quando i rettili sono più facili da individuare, ha detto un portavoce della polizia.
Infine gli agenti e i ranger a bordo di un motoscafo, dopo diversi tentativi falliti, sono riusciti verso le 22 a catturare il rettile che è stato portato alla stazione di polizia dove ha passato la notte come un comune criminale.

5 novembre 2007 Posted by | Cronaca, Curiosità, News | Lascia un commento