Notizie per passione

Giornalisti o edicolanti?

Lyrics: A me ricordi il mare – Daniele Silvestri

A me ricordi il mare
e non per le vacanze
che abbiamo fatto insieme

Ma per il tuo ondeggiare
tra il gesto di chi afferra
e quello di chi si trattiene

Ci sono validi motivi per cui dovrei evitare di dirtelo
ma dal momento che mi scrivi dirò
che l’ho capito da subito
perché sei…
perché sei tu che quando arrivi sorridi
e a me mi gira benissimo
e sempre tu che se decidi ti giri
e mi pugnali in un attimo
così succede che mi pare che va bene
e invece non va
e se migliora allora peggiorerà
oppure
sono sicuro che va male arrivo di là
e te lo dico tu mi dici “ma va”?
e ancora
a me succede che va bene
e invece non va
e se migliora allora peggiorerà
oppure
sono sicuro che va male arrivo di là
e te lo dico tu mi dici “ti va”?
ma io così non vado avanti

Mi ricordi il mare
non per i riflessi
per il sugo andato a male
il qualunquismo dei discorsi
sotto l’ombrellone
il sudoko che non torna
e quello che era scritto a penna
è già da cancellare
è come l’amore
va di tasca in tasca come l’accendino vuole
ti ritorna quando non hai niente da appicciare
se escludiamo il poco che rimane
ancora ancora ancora

Baci, baci ed abbracci
che diventano lacci
e più diventano stretti
più nascondono impicci
come un cane ti accucci
sui tuoi poveri stracci
e piano piano vai giù
come un programma di Socci
piano piano vai giù
ma poco dopo risorgi
solo che non ti accorgi
dei sorrisi posticci
dei pensieri che scacci
delle cose che lasci
per banali capricci

Mi ricordi il mare
Non per gli ombrelloni
Per la fila in tangenziale
Il malfunzionamento del mio condizionatore
la discesa libera sui sassi senza aver le scarpe
per fare i fricchettoni

Questo è un po’ il sapore
del tutto compreso
inclusa la consumazione
io l’ho già bevuta
eppure ho ancora troppa sete
soprattutto quando tu mi uccidi
ancora ancora

Quello di chi si trattiene
a me ricordi il mare
e non per le vacanze
che abbiamo fatto insieme
ma per il tuo ondeggiare
tra il gesto di chi afferra
e quello di chi si trattiene

Annunci

3 ottobre 2007 Posted by | Lyrics, Musica | Lascia un commento

Che tesoro che sei – Antonello Venditti

3 ottobre 2007 Posted by | Musica, Video | Lascia un commento

Lyrics: Che tesoro che sei – Antonello Venditti

Che tesoro che sei quando mi guardi
quando dici che mi chiami dopo
e non mi chiami mai
che tesoro che sei quando fai tardi
dici … scusa sono in mezzo al traffico… mi aspetterai
E se il nostro poi non fosse amore giuro
io non ti lascerei
anche se pensi che di te non me ne importa niente
anche se non fossi un angelo
io non ti cambierei
perché sei bella bella bella… bella come sei
sei bella come ti vorrei…

Che tesoro che sei quando ti svegli
quando esci dalla doccia corri e non ti asciughi mai…
ti rivesti nel buio e leghi i tuoi capelli
un biglietto per me… sono pazza di te… non lo sai
e se il nostro poi non fosse amore giuro
io non ti lascerei
se pensassi che di me non te ne importa niente
anche se non fossi un angelo io non ti cambierei
perché sei bella bella bella… bella come sei
bella come ti vorrei…

Che tesoro che sei quando mi guardi
quando penso con gli stessi occhi tu mi lascerai
che paura che hai… non mi sorprendi
perché stare con me non è bere un caffè… e tu lo sai
e se il nostro poi non fosse amore giuro
io non ti lascerei
se pensassi che di me non te ne importa niente
anche se non fossi un angelo io non ti cambierei
perché sei bella bella bella… bella come sei
bella come ti vorrei…

3 ottobre 2007 Posted by | Lyrics, Musica | Lascia un commento

Lyrics: Sei fantastica – Max Pezzali

Luce in fondo al tunnel, boccata d’aria
limpida, parole musica
casa dolce casa, un po’ città e un po’ isola
un po’ New York, un po’ Polinesia

Siamo qui
tante vittorie, giorni bellissimi
sconfitte stupide, giorni difficili
tristezze ed euforie, gioie e dolori

Ma sento sempre che tu ci sei
che anche quand’è dura non te ne vai
che anche coi denti combatterai
sempre accanto a me non mi abbandonerai

Sei fantastica, forte come il rock’n’roll
una scarica, uno shock elettrico
sei la fonte di energia più potente che ci sia
bomba atomica dritta nello stomaco

Storia a lieto fine, ai confini della realtà
favola, bacchetta magica
ragione passione, giovinezza e maturità
armonia tra corpo e anima

Siamo qui
tante vittorie, giorni bellissimi
sconfitte stupide, giorni difficili
tristezze ed euforie, gioie e dolori

Ma sento sempre che tu ci sei
che anche quand’è dura non te ne vai
che anche coi denti combatterai
sempre accanto a me non mi abbandonerai

Sei fantastica, forte come il rock’n’roll
una scarica, uno shock elettrico
sei la fonte di energia più potente che ci sia
bomba atomica dritta nello stomaco

3 ottobre 2007 Posted by | Lyrics, Musica | Lascia un commento