Notizie per passione

Giornalisti o edicolanti?

Irene Grandi ha infiammato Montagnareale

Aggressiva, ma allo stesso tempo, dolce e sensuale. Si è presentata così, giovedì scorso a Montagnareale, Irene Grandi nella sua terza tappa siciliana. A seguirla 20mila persone impazzite per la ragazzaccia del rock italiano. E’ stato essenzialmente questo il concerto dell’artista fiorentina, evento musicale dell’agosto nebroideo. Quasi due ore di musica, durante le quali la regina dell’estate 2007 ha ripercorso l’intera carriera, iniziata nel 1992 e consacratasi quest’anno con una maturità artistica da vera star. Irene Grandi ha cambiato look, è diventata più elegante e dolce, ma sul palco conserva quel tocco di felina femminilità che emerge anche nelle sue canzoni. Le sonorità rock, quasi spazzate via nell’ultimo lavoro in studio che raccoglie i successi della sua carriera, riemergono prepotentemente dal vivo scatenando una carica emozionale che manda in delirio i fans accorsi per assistere al suo spettacolo. E la bimba cattiva, perfetta erede della signora del rock Gianna Nannini, non li ha delusi. Ha riproposto i brani più significativi del suo vasto repertorio, da “Bum Bum” a “Che vita è”, da “Lasciala andare” all’hit dell’estate “Bruci la città”. Ma non sono mancati i brani scritti da Vasco Rossi, “La tua ragazza sempre” e “Prima di partire per un lungo viaggio”. Una grande festa che ha riconsacrato Montagnareale città della musica grazie all’impegno dell’amministrazione comunale, ed in particolare del sindaco Antonino Sidoti e del vicesindaco Calogero Cipriano, che si sono spesi per realizzare l’evento che, visto l’afflusso di pubblico e il calibro dell’artista scelto, è stato realmente un successo oltre le aspettative.

17 agosto 2007 Posted by | Concerti, Spettacoli | Lascia un commento