Notizie per passione

Giornalisti o edicolanti?

Museo virtuale sulla necropoli Giza

Un’esposizione virtuale sulla necropoli di Giza, una risorsa in continua evoluzione per gli studi degli egittologi nonché l’unico modo per salvare dall’usura del tempo un patrimonio artistico dell’umanità dal valore inestimabile. Questo è il Giza Archives Project (Gap, www.gizapyramids.org), nato grazie alla collaborazione tra il Boston Museum of Fine Arts e la Andrew W. Mellon Foundation. Circa 22 mila foto, 3.100 pagine di diari di esplorazioni, 2.400 oggetti registrati, 10.000 mappe, 200 tra libri e articoli. «Il principale obiettivo del Gap è dare la possibilità di collegare tra loro la miriade di materiali disponibili sui siti dell’area intorno alle piramidi, in modo da preservarli, garantirne la diffusione e facilitare il lavoro degli studiosi», ha raccontato Peter Manuelian, lettore di Egittologia alla Tufts University del Massachusetts, ideatore e direttore del Gap. Tre i punti di forza del sito Internet, secondo l’ideatore: la possibilità di zoomare o di simulare una vista a 360 gradi da 1.000 diverse posizioni a terra.

30 giugno 2007 Posted by | Informazione, Internet, News | Lascia un commento

Phishing, le regole per non cadere nella Rete

Fermati i tentativi di truffa via e-mail (phishing) ai danni di titolari di carta di credito. Lo ha reso noto l’ufficio stampa di “CartaSi spa”.
Nei giorni scorsi si era verificato l’invio di e-mail finalizzate al furto di identità con false comunicazioni a nome di “CartaSi”. In collaborazione con la Polizia Postale – informa la nota – i link contenuti nell’e-mail sono stati disattivati e quindi il tentativo di truffa è stato definitivamente bloccato.
“CartaSi” risponde inoltre direttamente delle truffe ai danni dei propri titolari e quindi chi avesse comunicato i dati della propria carta di credito in risposta alle false e-mail è esente da responsabilità e riceveranno il rimborso dell’intero importo contestato, con la stessa valuta dell’addebito.
Il phishing è una frode finalizzata all’acquisizione, per scopi illegali, di dati riservati. La frode viene realizzata attraverso l’invio di e-mail, contraffatte con la grafica e i loghi ufficiali di banche e aziende che invitano il destinatario a fornire informazioni, motivando tale richiesta con ragioni di natura tecnica. In presenza di richieste di questo tipo è opportuno informare immediatamente la propria banca inviando una dettagliata e-mail.
È importante sapere che le banche non chiedono mai, attraverso messaggi di posta elettronica, di fornire il «nome utente», la password, il codice per le operazioni dispositive dei servizi online, i dati delle carte di credito o delle carte prepagate. Per evitare di abboccare l’amo dei truffatori, è necessario aggiornare costantemente il software dedicato alla sicurezza (antivirus, antispyware, ecc.) ed eventualmente anche il sistema operativo e i programmi per navigare in Internet. L’utilizzo di una «toolbar antiphishing» può aiutare a riconoscere i siti potenzialmente pericolosi. Queste toolbar segnalano il livello di rischio del sito che si sta visitando e, in caso di phishing, sono in grado di bloccare la navigazione (l’utente può, in ogni caso, scegliere di continuare a “navigare”). Alcune toolbar sono disponibili sul web (es.: Microsoft, Netcraft, ecc.) e possono essere installate gratuitamente sul proprio computer.
Se malauguratamente vi è capitato di fornire i vostri codici personali sarà necessario cambiare al più presto la password di accesso ai servizi e informare immediatamente la vostra banca.
La sicurezza è dinamica, non esiste un punto di arrivo in cui c’è la certezza di stare al sicuro: per questo le banche italiane, nel corso del 2006 e ancora nei primi tre mesi del 2007, hanno investito e continuano ad investire in sicurezza in modo progressivo, anche se in ordine sparso.

Ecco in sintesi alcuni dei sistemi di sicurezza aggiuntivi per l’accesso all’area riservata, scelti dalle 50 banche del campione preso in esame dai ricercatori di Of-Osservatorio finanziario:
1. Sistemi a micro-circuito. Sono oggi al top della sicurezza nel campo dell’accesso ai servizi. Si tratta di sistemi che permettono di accedere solo con smart card personale abbinata a password aggiuntive. Hanno scelto questo sistema, Citibank Italia e Bps-Banca popolare di Sondrio. In particolare Citibank, che ha rinnovato il sistema a fine 2006, dopo i numerosi attacchi di phishing, ha anche attivato un sistema aggiuntivo con domande personali a cui si deve rispondere per creare un profilo personalizzato con una piattaforma completamente rinnovata.
2 .O.T.P. L’acronimo sta per One-Time-Password e indica un sistema che crea parole chiave usa e getta che durano pochi secondi. Sono generate da un piccolo apparecchio tascabile chiamato «token» e che è stato ribattezzato con nomi diversi dalle banche (anche se l’idea iniziale era di dare un nome unico per tutte e cioè «Pass» seguito dal Nome della banca).
Non si tratta di un rimedio definitivo al problema del phishing, ci sono già stati numerosi casi di violazione e phishing anche a sistemi con Otp, come ha scritto anche l’esperto internazionale di sicurezza, Bruce Schneir, fin dal 2005. Ma è considerato un buon deterrente e soprattutto è diventato uno strumento di web-marketing capace di tranquillizzare il cliente. Il sistema, in pratica, funziona con una doppia identificazione, la prima con identificativo e password e la seconda con la password «a perdere» generata dal token. Hanno scelto questo sistema, ad oggi, Bmps (con sim del cellulare e servizio chiamato PaschiDoveVuoi), Bnp Paribas-Bnl (Pass Bnl), UniCredit Banca (UniCredit Pass), Credem (Mr.Pin), Sanapaolo.com (O-Key), IWbank (Token), Banca Marche (Otp), Abn Amro-Antonveneta (Ge.Co), Banca Popolare Pugliese (Token).
3. Tastierini virtuali. Nella pagina di accesso al servizio una tastiera che cambia posizione dei tasti ad ogni apertura permette di inserire identificativo e password con il mouse.
In questo modo si evita il problema generato dai keylogger e dagli spyware, piccoli programmi che si trovano gratuiti in rete e che servono a carpire tutto ciò che uno digita da tastiera. Sono inviati come i virus allegati ad e-mail o attraverso siti infetti. Hanno scelto questo metodo Banca Popolare di Vicenza (servizio @Time), Ing direct, Deutsche Bank e Banca Mediolanum. Quest’ultima, inoltre, protegge non solo la password che non è mai in chiaro, ma anche l’identificativo del cliente.
4. Avvisi Sms. Sono ormai numerose le banche che offrono un servizio di avviso con messaggi via cellulare o handy.
Gli avvisi sono personalizzabili e servono ad avvertire in caso siano arrivati fondi o si siano effettuati bonifici e pagamenti.
Banca Mediolanum, in più, ha attivato un servizio che avvisa con un massaggino ogni volta che ci si collega al servizio di home banking.
5. Monitoraggio delle transazioni. Un sistema per evitare il phishing in modo trasparente rispetto all’utente è senz’altro quello di monitorare tutte le transazioni in rete confrontandole con il comportamento standard dell’utente stesso.

30 giugno 2007 Posted by | Informazione, Internet, News | Lascia un commento

Tiromancino, tour 2007

Ecco le prossime date del tour 2007 dei Tiromancino:

Giugno
30 sabato – Bellaria (RN) – Beky Bay Notte Rosa

Luglio
06 venerdì – Cuneo – Nuvolari Festival
08 domenica – Pontenure (PC) – Festa della birra
14 sabato – Sarroch (CA) – Campo sportivo
18 mercoledì – Asti – AstiMusica
19 giovedì – Milano – Idropark Fila(ex Idroscalo)
20 venerdì – Montale (PT) – Moon tale Festival
22 domenica – Itri (LT) – Parco Rodari
24 martedì – Spilimbergo (PN) – Folkest (Piazza Duomo)
26 giovedì – Roma – Auditorium Parco della Musica
27 venerdì – Napoli – Neapolis Festival
29 domenica – San Vincenzo (LI) – Porto

Agosto
11 sabato – Gallipoli – Piazza

Settembre
14 venerdì – Piazzola sul Brenta (PD) – Villa Contarini

29 giugno 2007 Posted by | Concerti, Musica, Spettacoli | Lascia un commento

Videoclip: Per me è importante – Tiromancino

29 giugno 2007 Posted by | Musica, Video | Lascia un commento

Nuovo codice della strada, si della Camera

Il carcere per chi è recidivo nella guida senza patente; sanzioni più dure per chi parla al telefonino o ascolta l’Ipod mentre guida, viola i limiti di velocità, si mette al volante ubriaco o sotto l’effetto di droghe. Sanzioni più aspre per i principianti che hanno la patente da meno di tre anni, cui viene proibito di guidare auto e moto potenti: sono le modifiche al Codice della strada approvate alla Camera e che ora passano al Senato.
Se per gli automobilisti indisciplinati si va verso il giro di vite delle sanzioni, arrivano però anche dei benefici: come il raddoppio dei punti “bonus” per gli autisti disciplinati e l’impegno dello Stato a spendere le maggiori entrate determinate dagli aumenti delle sanzioni per migliorare la sicurezza delle strade italiane.
Ecco le principali novità che verranno introdotte se il testo verrà approvato a Palazzo Madama.

FOGLIO ROSA A 16 ANNI – Il “foglio rosa” potrà essere richiesto a 16 anni, due anni prima della maggiore età che è richiesta oggi, da chi ha già il “patentino” per la guida dei motorini. Chi otterrà il foglio rosa potrà guidare accompagnato dopo un corso pratico di guida, effettuato con un istruttore anche in autostrada e di notte.

AUMENTANO SANZIONI LIMITE VELOCITA’ – Per chi supera i limiti di 40 km/h la sanzione sarà fino a 1.500 euro, che diventano fino a circa 2mila se il limite è superato di 60 km/h. La sospensione della patente passa da tre a sei mesi nel primo caso e da sei a dodici mesi nel secondo. Oltre i 60 km/h la patente viene revocata. I limiti di velocità potranno essere accertati anche con degli strumenti che calcolano la velocità media su dei tratti di strada.

NUOVE SANZIONI AD AUTISTI “DROGATI” – Arriva l’arresto fino a due mesi e un’ammenda da 500 a 2mila euro per chi guida sotto effetto di droghe. C’è pure il fermo amministrativo dell’automobile per 3 mesi, salvo che essa appartenga a persona estranea a chi ha commesso il reato. In alternativa al carcere è possibile essere affidati ai servizi sociali: ad esempio, per assistere vittime di incidenti stradali.
Guidare da ubriachi “costerà” il doppio: un’ammenda da 500 a 2.000 euro (attualmente va da 250 a 1.000 euro). E se il conducente ubriaco provoca un incidente stradale la pena e’ dell’arresto fino a due mesi e dell’ammenda da 1.000 a 4.000 euro, con sospensione della patente da tre mesi a un anno. Viene punito anche chi guida dopo aver fumato spinelli o assunto droghe. La patente viene sempre revocata se l’incidente è commesso da conducenti di autobus che hanno alzato il gomito. Se il tasso alcolemico è superiore a 1,5 grammi per litro, oltre alle ammende c’è l’arresto fino a tre o a sei mesi e la sospensione della patente da sei mesi a due anni.
Multe salatissime per chi si sottrae all’accertamento del “palloncino”, salvo che il rifiuto non costituisca reato in sé: la sanzione è da 2.500 a 10.000 euro che salgono a 12mila se c’e un incidente.
Tutte le discoteche ed i locali di intrattenimento dove si vendono alcoolici saranno obbligati a esporre sempre tabelle che indichino quali bevande ed assunte in quali quantita’ fanno superare i limiti previsti dalla legge per la guida in stato di ebbrezza.

CELLULARE AL VOLANTE? VIA LA PATENTE AI RECIDIVI – Per chi parla al telefonino o ascolta musica in cuffia mentre è al volante ci sarà una multa da 148 a 594 euro e sara’ possibile la sospensione della patente da uno a tre mesi. La sospensione, viene stabilito, scatterà qualora lo stesso soggetto sia recidivo e compia la stessa violazione in un biennio. Chi verra’ trovato a guidare parlando al cellulare o ascoltando musica in cuffia, però, non perderà più cinque punti sulla patente come prevede la normativa vigente.

QUATTRO PUNTI IN PIU’ PER AUTISTI VIRTUOSI – Buone notizie per gli autisti virtuosi: raddoppiano (da due a quattro) i punti “bonus” per la patente degli automobilisti che non hanno commesso infrazioni che ne avrebbero comportato la decurtazione.

MULTE SALATE PER CHI TRUCCA I MOTORINI – Chi fabbricherà o venderà ciclomotori che superano il limite dei 45 km all’ora rischierà ora di pagare da 1.000 a 4.000 euro di sanzione amministrativa, mentre chi li modifica successivamente dovra’ pagare da 148 a 594 euro.

LEZIONI DI GUIDA ANCHE IN AUTOSTRADA – Per il conseguimento della patente B sarà anche necessario svolgere esercitazioni di guida con le autoscuole in autostrada o in strade extraurbane con almeno due corsie per ogni senso di marcia e nelle ore notturne.

SANZIONI DURE PER OMISSIONE SOCCORSO – Chi omette di prestare soccorso sulle strade perchè è ubriaco o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti rischia l’arresto da tre ad otto anni. Se c’è recidiva, la pena può salire fino a 10 anni. Aumenta anche la pena (sarà da 2 a 6 anni, attualmente e’ da 1 a 5) per l’omicidio colposo se chi ha investito una persona è ubriaco o drogato, e quella per le lesioni personali colpose (un terzo in piu’ al responsabile).

VELOCITA’ SPARISCE DA PUBBLICITA’ – La pubblicità di automobili e motociclette non potrà più far riferimento alla velocità da essi raggiunta. Toccherà all’Authority per la concorrenza l’accertamento della violazione di questo divieto, che costerà da 50 a 500 mila euro. Somme che saranno destinate a finanziare iniziative di educazione stradale e campagne di informazione e prevenzione sulla sicurezza stradale.

CARCERE PER RECIDIVI GUIDA SENZA PATENTE – Chi guida senza patente rischierà l’arresto fino ad un anno, ma solo in caso di recidiva. Fino ad ora la guida senza patente, che da ora è reato penale, veniva punita solo con una sanzione amministrativa da 2.257 a circa 9 mila euro. Accanto all’arresto, che si applica solo ai soggetti che abbiano compiuto la violazione due volte nel corso di un biennio la sanzione pecuniaria rimane, anche se lievemente minore.

NIENTE PIU’ BOLIDI PER PRINCIPIANTI – Chi ha la patente da meno di tre anni non potra’ mettersi al volante di motocicli con potenza superiore a 25kW e ad auto piu’ potenti di 60 kW: in pratica dovrà limitarsi a guidare solo le utilitarie. Arrivano inoltre revisioni obbligatorie della patente per i principianti che abbiano commesso incidenti gravi e, in generale, per chi dopo un incidente ha avuto la patente sospesa per almeno due mesi.

28 giugno 2007 Posted by | Informazione, Italia, News | 3 commenti

I Led Zeppelin tornano a suonare insieme

I Led Zeppelin torneranno insieme per una data storica, in occasione di un concerto che si terrà in memoria del loro ex manager, Ahmet Ertegun. La band di «Whole Lotta Love» e «Stairway to Heaven» dalla separazione avvenuta nel 1980 dopo la morte del batterista John Bonham, si è riunita solo per grandi eventi: uno di questi sarà questo tributo live per il fondatore dell’Atlantic, dove saliranno insieme sul palco Jimmy Page, Robert Plant, John Paul Jones e Jason Bonham, figlio di John. Page, Plant e Jones si sono trovati d’accordo e ora aspettano soltanto che si decida ufficialmente la data.
E secondo alcuni giornali inglesi i Led Zepplin avrebbero pianificato anche un intero tour mondiale da fare nei prossimi mesi, con una decisione simile a quella presa dai Police. La tournee potrebbe partire il prossimo anno.

27 giugno 2007 Posted by | Concerti, Curiosità, Musica, News, Spettacoli | Lascia un commento

Indiana Jones 4: Ciak si gira

Via alle riprese di “Indiana Jones 4” che arriverà nelle sale Usa il 22 maggio 2008. E su internet circolano le prime immagini girate sul set.
Il video:

27 giugno 2007 Posted by | Cinema, Curiosità, Film, News, Video | Lascia un commento

Liberi liberi – Vasco Rossi

27 giugno 2007 Posted by | Musica, Vasco Rossi, Video | 1 commento

Gabri – Vasco Rossi

27 giugno 2007 Posted by | Musica, Vasco Rossi, Video | Lascia un commento

The Simpsons, il film

Questo il trailer originale del film dei Simpsons che uscirà in Italia il 21 settembre

27 giugno 2007 Posted by | Cinema, Curiosità, Film, Trailer, Video | Lascia un commento